Hedyla.com | Software logistico per l'ottimizzazione dei processi

7 Aziende che realizzano logistica sostenibile

In Spagna, i trasporti sono direttamente responsabili del 27% delle emissioni totali, secondo i dati del Ministero per la transizione ecologica e la sfida demografica (fonte: MITECO, 2020). Ecco perché sempre più aziende si impegnano a ridurre le emissioni di CO2 nelle loro attività logistiche e ad accelerare la transizione verso un modello logistico sostenibile.

Una guida efficiente, l'utilizzo di nuovi carburanti, la centralizzazione delle piattaforme logistiche, il pianificazione del percorso Queste sono solo alcune delle iniziative che le aziende stanno attuando per fare un altro passo nella decarbonizzazione della logistica e realizzare così una logistica sostenibile.

Le seguenti 7 aziende sono riuscite a implementare cambiamenti e misure per realizzare una logistica sostenibile e ridurre significativamente la loro impronta di carbonio.

Lidl

Lidl ha minimizzato il suo impatto ambientale e ridotto le sue emissioni di CO2 di 30% nella logistica attuando un processo di ottimizzazione dei processi logistici, come la fornitura diretta dal fornitore al punto vendita ed evitando di passare attraverso piattaforme logistiche.

Eroski

Grazie all'incorporazione di nuovi veicoli (veicoli a gas, mega camion, rinnovo della flotta ...) Eroski è riuscita in soli quattro anni (uno in meno rispetto alle stelle del piano Lean & Green) a ridurre le proprie emissioni di CO2 di 25%. Stanno anche lavorando per aumentare il riempimento e ridurre i viaggi a vuoto, oltre a promuovere l'uso di apparecchiature più efficienti dal punto di vista energetico e con un minore impatto ambientale.

Mahou San Miguel

La filiera è stato l'obiettivo principale di Mahou San Miguel per ridurre le emissioni di CO2, applicando la fornitura congiunta o l'intercambiabilità per ridurre il numero di viaggi. Si è inoltre concentrato sull'ottimizzazione dei percorsi, grazie a un programma di flotte intelligenti, carburanti alternativi e semirimorchi ultraleggeri.

Porto di Barcellona

Porto di Barcellona È stato il primo porto al mondo a ridurre le emissioni di CO2 di 20% in cinque anni. Per realizzare questa riduzione, la propria flotta è stata rinnovata con veicoli elettrici 100%, l'illuminazione pubblica è stata convertita a tecnologia LED e anche il porto di Barcellona è passato all'utilizzo di energia 100% da fonti rinnovabili.

Logifruit

Logifruit, fornitore di servizi logistici specializzato nella sanificazione, gestione e noleggio di imballaggi riutilizzabili ha ottenuto una riduzione dell'impronta di carbonio di 20% grazie alla sua attività logistica basata sull'economia circolare. Il economia circolare è un modello di produzione e consumo che prevede la condivisione, il noleggio, il riutilizzo, la riparazione, il rinnovo e il riciclaggio di materiali e prodotti esistenti il più volte possibile per creare valore aggiunto (europarl.europa.eu)

Un obiettivo per le aziende: ridurre le emissioni legate alla filiera e orientarsi verso una logistica sostenibile

Saica

Grazie a un piano basato sul miglioramento della pianificazione dei trasporti, sulla riduzione della distanza media, sull'utilizzo di mezzi più efficienti e sulla scommessa su mezzi di trasporto più sostenibili, Saica, azienda leader nella produzione di carta riciclata per cartone ondulato, ha ridotto di 20% le emissioni di CO2 dalle proprie filiere.

Alimerka

Alimerka, società di distribuzione spagnola, ha ridotto le proprie emissioni di CO2 di 20% grazie alla riconversione della propria flotta di camion alimentati a gas naturale liquefatto. La catena di supermercati ha anche un gran numero di furgoni elettrici. Inoltre, Alimerka ridurrà di circa mille tonnellate all'anno le emissioni di CO2 grazie all'installazione di 7.500 pannelli fotovoltaici nel proprio centro logistico.

Queste aziende, insieme ad altre, hanno ottenuto la prima o la seconda stella Lean & Green, iniziativa europea, coordinata in Spagna da AECOC in cui le aziende che ne fanno parte si impegnano a sviluppare un piano d'azione per ridurre le emissioni inquinanti nelle loro attività logistiche. Ridurre al minimo l'impatto ambientale in tutte le sue attività è l'obiettivo di tutte al fine di praticare un buon modello di logistica sostenibile.

Lascia un commento