Perché la catena del freddo è così impegnativa?

Ogni tipo di prodotto ha le sue sfide specifiche quando si tratta di pianificazione del percorso e del trasporto, a seconda del settore e delle sue esigenze.  Una delle più importanti è la sfida della catena del freddo, necessaria per fornire e distribuire prodotti spesso indispensabili come alimenti freschi e medicinali.

Negli ultimi tempi si è assistito a una crescente tendenza al consumo di prodotti sani, cioè freschi e surgelati, la cui domanda richiede una migliore pianificazione e gestione della distribuzione. Ma qual è il motivo di questa pianificazione rigorosa e quali sono i requisiti per una distribuzione di successo nel trasporto refrigerato?

A tal fine, è necessario esaminare le sfide e i rischi per i prodotti trasportati nella catena del freddo e il motivo per cui sono necessarie così tante misure.

Mantenimento rigoroso della temperatura

Tutte le merci che risentono degli sbalzi di temperatura e che rappresentano un rischio per il consumo sono soggette a norme rigorose per lo stoccaggio, la movimentazione e il trasporto. In generale, i prodotti alimentari deperibili e congelati e i farmaci vulnerabili al calore sono quelli che fanno parte della catena del freddo, ovvero beni che hanno componenti biologiche e/o chimiche.

È noto che la temperatura ambiente (da 15° a 40°) è un terreno fertile per batteri e microrganismi. Tuttavia, al di sotto dei 15°C la loro crescita rallenta fino a 4°C - 0°C e tra -4°C e -7°C si arresta completamente. Inoltre, l'intervallo di 30º e 6º favorisce l'ormone etilene, responsabile della maturazione di frutta e verdura. Ma non è fino a -18°C che si impedisce agli alimenti di diventare marroni, che è la temperatura standard della catena del freddo internazionale.

Senza dimenticare che, nell'ambito delle sfide della catena del freddo nel settore farmaceutico, alcuni farmaci perdono la loro efficacia se esposti a temperatura ambiente, come i vaccini. Nel caso di altri, come gli alimenti, possono generare batteri e altri microrganismi che causerebbero l'effetto opposto del farmaco.

Punti di rottura critici nella catena del freddo

Oltre al fatto che queste merci devono essere mantenute alla giusta temperatura, ci sono circostanze in cui il freddo può essere alterato, note come punti critici. È importante riconoscerli lungo la catena del freddo e studiare le misure necessarie per ridurre al minimo il loro impatto, poiché si tratta di una delle sfide più importanti della catena del freddo.

Le quattro fasi critiche in cui la conservazione del freddo può essere influenzata sono il carico e lo scarico, lo stoccaggio, il trasporto e la vendita. Durante le operazioni di carico e scarico, è molto importante movimentare rapidamente le merci per ridurre al minimo l'esposizione alla temperatura ambiente.

Durante lo stoccaggio, il trasporto e la distribuzione nei negozi e nei locali, è necessario disporre di buoni macchinari, strutture, veicoli e manutenzione preventiva per anticipare i guasti ed evitare il deterioramento dei prodotti. Pertanto, è necessaria la formazione e anche la presenza di tecnici e di altro personale specializzato per conoscere le peculiarità di questa filiera.

Conductor de camión abriendo la parte trasera del remolque para descargar la mercancía. retos de la cadena de frío

Elevati costi di manutenzione e trasporto

Come si può notare, il fatto che i prodotti a temperatura controllata richiedano un grande sforzo e investimenti in attrezzature specializzate suggerisce che il loro budget nelle operazioni della catena di approvvigionamento è molto elevato. È addirittura molto più alta di quella di altri prodotti essenziali e deperibili, come i prodotti per l'igiene e gli alimenti secchi.

La distribuzione di prodotti refrigerati è due volte più costosa di quella di alimenti secchi e fino a quattro volte più costosa del trasporto di prodotti surgelati. Per questo motivo, la catena del freddo cerca di trovare i percorsi più efficienti per far arrivare i prodotti nel minor tempo possibile, mantenendone la qualità; per questo motivo gli ottimizzatori di percorso sono soluzioni indispensabili per la catena del freddo.

Migliore tracciabilità e documentazione dei prodotti

Uno dei problemi meno noti della catena del freddo sono i costi nascosti di questo caso d'uso nella logistica. Tra questi vi sono quelli causati da ritardi, dovuti a ritardi nel caricamento, documentazione mancante o incompleta. Anche la tempestività degli ordini può essere influenzata da azioni fuori controllo, come i ritardi nelle ispezioni da parte delle autorità competenti.

Pertanto, per un tipo di merci in cui i contrattempi sono più fastidiosi, come i costi di mantenimento della temperatura, è essenziale implementare miglioramenti della tracciabilità per documentare l'intero viaggio: origine, processo di trasporto e destinazione. Questo semplifica tutte le attività di prelievo per lotti specifici.

Conclusione

Mantenere le merci a basse temperature comporta costi e sforzi maggiori rispetto ad altri tipi di merci che non hanno questo requisito, poiché un piccolo errore può facilmente portare al deterioramento del prodotto o a costi più elevati del previsto. Per questo motivo, questo tipo di catena di approvvigionamento è una delle più lunghe da pianificare per ridurre al minimo i ritardi e impiegare una manutenzione rigorosa delle strutture e delle attrezzature, che si tratti di frigoriferi per una catena del freddo attiva o di contenitori isotermici per la catena del freddo passiva.

In Hedyla adattiamo il nostro software a qualsiasi tipo di catena di approvvigionamento, tenendo conto di tutte le restrizioni che di solito ha e con la possibilità di applicare le proprie restrizioni per l'utente.

1 commento su “¿Por qué la cadena de frío tiene tantos retos?”

  1. Yup, thanks for reminding us that we must be committed to the costly expenses required to upkeep refrigerated transportation. Speaking of, my neighbor wants to import so many fresh fruits from Adelaide next month. Maybe he can talk to a haulage operator for further arrangements.

    Rispondi

Lascia un commento